Qui ci sono i Visitors: gli eroinomani. Li chiamano come i personaggi del telefilm degli anni ‘80 che divoravano topi e sotto un’apparente epidermide umana nascondevano squame verdastre e viscide.

I Visitors li usano come cavie, cavie umane, per poter sperimentare i tagli. Provare se un taglio è dannoso, che reazioni genera, sin dove possono spingersi ad allungare la polvere. Quando i “tagliatori” hanno bisogno di molte cavie, abbassano i prezzi. Da venti euro a dose, scendono anche a dieci. La voce circola e gli eroinomani vengono persino dalle Marche, dalla Lucania per poche dosi.

L’eroina è un mercato in totale collasso. Gli eroinomani, i tossici, sono in diminuzione. Disperati. Prendono i bus barcollando, scendono e risalgono sui treni, viaggiano di notte, prendono passaggi, camminano a piedi per chilometri. Ma l’eroina meno costosa del continente merita qualsiasi sforzo.   

Roberto Saviano, Gomorra

Embed from Getty Images

Annunci