Fra tutti i giudizi che sono stati dati sull’uomo Gandhi il più ponderato e corretto rimane forse quello che diede Gandhi stesso anzitutto nella sua Autobiografia e poi anche in diverse altre occasioni.

Quale che sia la formulazione che egli di volta in volta sceglie, il giudizio rimane sostanzialmente sempre lo stesso: “Non pretendo di essere perfetto. Ma pretendo di essere un appassionato ricercatore della Verità, la quale non è altro che un sinonimo di Dio. E’ nel corso di tale ricerca che ho scoperto la non-violenza. La diffusione di essa è la missione della ma vita. Non ho altri interessi nella vita che lo svolgimento di questa missione”.

dall’Introduzione di Giuliano Pontara – da Mohandas K. Gandhi, Teoria e pratica della non-violenza

Embed from Getty Images

Annunci